Perversamente Giulia ATTO I

La perversa storia di Giulia.
Abito con i miei genitori ed i miei due fratelli in una Villa di campagna nel Nord Italia a pochi km dalla cittá.
LA FAMIGLIA:

mio padre ha 42 anni è possiede ,è una persona rispettabile con una certa notorietà,gode di ottima salute è alto 1.85 fisico allenato,capelli brizzolati neri,occhi scuri, carnagione olivastra,dal carattere simpatico e generoso.

mia madre ha 39 anni è una donna bellissima,è alta 1.73 fisicamente ben curata,capelli biondi lunghi,occhi chiari, labbra sottili,seconda di seno,taglia 42,carnagione chiara, amante dei tacchi alti e dei leggins dal carattere deciso e intransigente.

mio fratello maggiore ha 20 anni e alto 1.78,fisico robusto e mal curato,capelli ricci neri,occhi scuri,viso barbuto tondeggiante,carnagione chiara,appassionato di musica rock/metal dal carattere spocchioso e insopportabile.

mio fratello minore ha 18 anni è uno studente,alto 1.70 fisico asciutto molto magro,capelli cortissimi castano/scuro,viso pulito e innocente,occhi chiari,carnagione chiara,appassionato di libri e modellismo dal carattere riservato e timido.
IL PRIMA:
Rumore di uccellini cinguettanti,il sole penetra dalla mia finestra,siamo in piena estate e la sveglia suona come ogni mattina alle 7:00 in punto e io come al solito allungo il mio braccio e la spengo a mio modo,lanciandola per terra,"Che palle!",è la mia solita affermazione mattutina prima di pensare di dovermi subire 5 ore di odio puro ,ancora assonnata e mezza nuda vestita di soli slip viola e top a fascia nero,prendo il telefono in mano per controllare i messaggi,sorrido contenta perché trovo il buongiorno del mio fidanzato"buongiorno amore mio ti aspetto all'università come ogni giorno ma piú curioso così mi racconti di come ti sei svegliata stamattina dopo stanotte"sorrido ancora e chiudo gli occhi sentendo il suo adore ancora addosso ripercorro il momento più importante di tutto l'accaduto:Io rimasta nuda sul mio letto,la musica di sottofondo,il mio seno scoperto i capezzoli ormai turgidi,il mio respiro più profondo,le mie mani che stringono le sue natiche scoperte,le mie gambe aperte che accolgono lui tremando dall'eccitazione,il mio sesso bagnato a contatto con il suo membro gonfio,caldo e in piena erezione,le nostre lingue che si intrecciano con le mie labbra che mordono le sue,le sue braccia che mi avvolgono totalmente e le sue mani che stringono forte la mia pelle,"Amore ti voglio Amore sei mia",mi sussurra lui nell'orecchio con voce affannata e tono basso mentre continua a muoversi su di me sentendo tutta la mia eccitazione,"Amore ti prego fammi tua!possiedimi! prendi...",non avevo fatto in tempo a finire la frase che per la prima volta nella mia vita sento la sua grossa asta penetrarmi lentamente mentre le mie pareti vaginali iniziano ad allargarsi improvvisamente pronto ad accoglierlo in tutta la sua lunghezza,"Aah..ahh...",emetto gemiti di piacere misto a un leggero dolore,lui sospira chiude gli occhi mentre io li tengo aperti guardandolo godere,"Dio amore...ohh ohh si",lo sento lo vedo godere mentre il suo membro ora mi ha penetrato del tutto e il mio sesso è completamente bagnato e lubrificato,continua a possedermi più forte ora,le sue mani premono con forza contro i miei fianchi,i suoi colpi diventano più veloci, più forti,entra ed esce da me con più velocità,sento il suo pene gonfiarsi e la mia vagina dilatarsi,le mie mani lo abbandonano e stringo le lenzuola con forza,"Sii siii così continua!",la mia voce eccitata si innalza la mia voglia e sessualità sono alle stelle!,sento dentro di me un calore assurdo!,del liquido colarmi tra le gambe,lui che continua a possedermi velocemente mentre mi bacia in bocca,la stessa bocca che fino a prima era piena della sua verga!,sento le sue dita stuzzicarmi il clitoride velocemente la dove prima sentivo sua lingua calda che mi aveva riempito della sua saliva!,stringo le lenzuola più forte,il mio corpo si contorce sotto quei colpi decisi perdo il controllo di me stessa!,"Più forte amore più forte fammi godere!",lo sento entrare più deciso più energico inizia a sbattermi senza contegno!",Godii cazzo!godii così bravaa!",in un attimo mi afferra le gambe e le innalza prendendole da sotto le ginocchia me le ritrovo quasi attaccate al mio viso!,adesso lo sento ancora meglio i suoi testicoli sbattono con violenza contro di me e le mie pareti stringono in una morsa il suo grosso pene che continua ad entrare e uscire!,"Aahi!ahhi!..",mi fa male ma godo!,ansimo,sospiro, gemo mentre sento che mi sta facendo esplodere e venire!,"Amo vengo cazzo vengooo!!",le sue parole cessano e io urlo adesso mentre gli graffio la schiena sotto le mie unghie venendo!,in un attimo mi sento riempire dentro del suo sperma caldo mentre mi da due,tre,ultimi colpi tremando dal piacere insieme a me!,si accascia sul mio seno,sento ancora il suo pene caldo misto a sperma pomparmi dentro.Riapro gli occhi tornando alla realtá e mi accorgo di essermi eccitata per tutto il tempo del ricordo,ho gli slip bagnati e una mano è scivolata dentro di essi senza peró muoversi o altro,era palese,volevo mi possedesse di nuovo,volevo toccarmi adesso ma era tardi l'universita mi aspettava il mio Amore anche e la mia verginitá era perduta.To be continued...

Vota la storia:




22/12/2015 03:32

Mario

Bella storia complimenti!

09/07/2015 14:58

Camillo 2

Posto qui la mia opera dantesca sapendo che il culattone di fede farà di certo una capatina, così le rinfresco la mente su ciò che il sommo poeta pensa dei cula: ---------Nel mezzo del cammin della sua vita--IL CULA FEDE,IN UNA SERA OSCURA--Lui che la retta via avea smarrita--SI RITROVO' CON UNA VERGA DURA--Era una verga lunga, aspra e forte--CHE SOL A RIMEMBRARLA FA PAURA--Lui se la prese in cul, rischiando morte--MA PER TRATTAR DI QUESTI LETAMAI--Dirò dei genitor, l'amara sorte--APPENA NAQUE, PASSARONO DEI GUAI--Urla e proteste da tutto il vicinato--DICEAN E' UN MOSTRO, E' BRUTTO ASSAI--Chi è mai costui, perché l'han cagato--CRESCIUTO POI, LO POSSIAM VEDERE--E' un culatton, dal destin tarato--LAVORA E GODE, COL BUCO DEL SEDERE--E s'incazza se dici che è un malato.-------------------------------OPERA OMNIA - Dedicato a fede.

08/07/2015 10:11

sergio

giulia ti auguro l aids!! stupida incosciente troia!

05/07/2015 15:38

Fabio Cordova

Si e cosi, quando si rimane sodisfatti di un qualcosa, e poi manca nella tua solitudine. Si soffre per non averlo li in quel momento, in quell'istante. Ma se ci fosse stato un altro al posto del tuo fidanzato cosa avresti fatto? Se mentri eri intenta a pensare con i tuoi occhi chiusi, te lo avrebbe infilato dentro ripetutamente, gonfio ed eccitato? Avresti urlato, ho taciuto?

01/07/2015 15:16

sergio

brutta troia te e lurido idiota lui! e il preservativo!? poi nascono figli che non volete!!

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!