• Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero
  • Pubblicata il:
  • Autore: DOTT. MAURO
  • Categoria: Racconti etero

LA CIRCONCISIONE MASCHILE

LA CIRCONCISIONE MASCHILE La circoncisione maschile è un intervento di asportazione della pelle che ricopre il pene all'altezza del glande, il cosiddetto prepuzio. Nella maggior parte dei casi, si esegue dai 10 ai 17 anni, invece per gli ebrei nell'ottavo giorno di vita. Le opinioni di medici e scienziati sulla circoncisione sono spesso contrastanti. Molti considerano la circoncisione come un vecchio rituale privo di qualunque fondamento scientifico. Altri la ritengono una prassi importante nella prevenzione e nella cura dell'igiene intima maschile. Perciò i risultati degli studi finora eseguiti sono parziali e vengono influenzati dal personale punto di vista dei ricercatori. PRO La circoncisione può ridurre drasticamente l'insorgenza di una serie di patologie. In alcuni maschi, l'apertura del prepuzio è eccessivamente stretta e determina una specie di fusione della pelle del prepuzio con il glande. Questo difetto si chiama Fimosi ed è fisiologico nell'80% dei bambini sotto i tre anni ma, se persiste durante la pubertà e l'adolescenza, richiede un intervento analogo alla circoncisione poichè può provocare diversi fenomeni dannosi: - infiammazioni ed infezioni del tratto urinario - accumulo di smegma nel prepuzio, infiammazione del glande e forte prurito. - difficoltà ad urinare ed aumento del volume della vescica - malattie della pelle del pene. Lo smegma, come ogni fluido del corpo umano, è terreno fertile batteri e virus - il rischio di cancro. Lo smegma è il maggior responsabile del cancro al prepuzio o al glande - la suscettibilità al contagio da AIDS. In Africa, la circoncisione maschile riduce il rischio di infezione da virus HIV tra gli uomini eterosessuali, mentre per gli omosessuali i benefici di prevenzione sono meno chiari. CONTRO La circoncisione può essere pericolosa: - se i neonati subiscono questa operazione senza anestesia, provano un forte shock doloroso - durante l'infanzia, la testa del pene è protetta dal prepuzio e si scopre da sola. Invece, per i primi giorni dopo il taglio, occorre un'attenta cura dell'igiene per evitare che i batteri possano infettare la ferita - in maschi che non hanno raggiunto la pubertà, può causare gravi lesioni fisiche come retrazione del pene, aderenze, vene varicose, trombosi, perdita completa della sensibilità, incurvature della sommità del pene per carenza di pelle, rapporti sessuali dolorosi, sanguinamento, amputazione accidentale del glande, fistole, e così via - dal XX secolo, i sostenitori dei diritti umani hanno sollevato una serie di problemi etici. In particolare il fatto che, la rimozione di qualsiasi parte del corpo è inaccettabile senza il consenso dell'interessato, e che un bambino non può dare il consenso per tagliare il proprio prepuzio. Personalmente, al di là delle considerazioni morali e culturali, ho verificato sul mio stesso pene due vantaggi derivanti dall'avere il glande scoperto. Io non mi sono mai circonciso ma, pur in presenza del frenulo, con gli anni la pelle del prepuzio si è "aggiustata" da sola, lasciandomi quasi sempre "scappellato". Lo smegma non si è più accumulato e la sensibilità è diminuita, così come gli episodi di eiaculazione precoce.

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!